Glenfarclas 175th Anniversary (2011, OB, 43%)

La Glenfarclas davvero non ha bisogno di presentazioni: la distilleria di Ballindaloch, nello Speyside, è infatti celebre per l’attenzione alla tradizione, per la grande quantità di botti di Sherry ancora utilizzate (per i Single Malt solo botti first o second fill, soprattutto Oloroso) e, beh, per l’ottima qualità dei suoi whisky. Oggi assaggiamo il 175th Anniversary, uscito quest’anno- ops l’anno scorso ormai…- per celebrare appunto il 175esimo anniversario della fondazione della distilleria: è un vatting di 18 botti, 3 per ogni decennio dagli anni ’50 a oggi. Il colore, ramato pieno, pare già preludere a qualcosa di piacevole…

N: Succosissimo, dolce, speziato. Si apre su note fruttate: frutta secca e frutti rossi soprattutto, ma anche fichi freschi. Intorno troviamo gianduia, più che cioccolato vero e proprio: o meglio, ricorda il cioccolato di modica (fatto con pasta di cacao e zucchero), perchè ha una dolcezza burrosa che non è però da cioccolato al latte. Burro e zucchero, quindi; toffee, sullo sfondo. A contornare il tutto, un’affumicatura calda ed elegante: il legno è spettacolare, anche se dopo un po’ pare farsi “polveroso”. In ultimo, note di menta, assai tenui.

P: Molto delicato: un corpo rotondo, cremoso, dolce, ma i sapori paiono tutti come sfumati (non ci sono fiammate di sapore, piuttosto suggestioni…). Siamo comunque sulle note sdi sherry, tra frutti rossi (mirtilli, ci pare), uvetta candita, nocciola. Burro, con ancora la lieve affumicatura ad accarezzare il tutto.

F: Riaffiora la menta già riscontrata al naso. Il finish è tutto sui frutti rossi, ancora; poi noce, forse? Non molto lungo. Note di cera per legno (o legno su cui è stata passata la cera…insomma, legno e cera combinati.

A leggere quanto scrive Ruben, ci consoliamo, nel senso che più o meno l’interpretazione complessiva è la stessa: si sentono elementi tipici dei vecchi Glenfarclas (e, per inciso, a breve pubblicheremo le note del 30 e del 40 anni…) ma con una freschezza di fondo molto gradevole. Il naso era a nostro giudizio spettacolare, il palato un po’ troppo delicato, il finale leggermente in sordina. La nostra valutazione sarà quindi di 86/100. L’opinione di Serge invece è questa, mentre se ne è discusso in italiano in una pagina del forum  singlemaltwhisky.it

Sottofondo musicale consigliato: Adele – Daydreamer dall’album 19

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...