Linkwood 12 yo Douglas of Drumlanrig (1997/2010, Douglas Laing, 46%)

La Linkwood si trova sulla riva sinistra del fiume Lossie, in quel labirinto di distillerie che è lo Speyside. La Diageo ne è proprietaria, e se pure gran parte della produzione annuale è destinata a rimpolpare i numerosi blended della casa madre, circa un terzo viene venduta ad imbottigliatori indipendenti. Abbiamo assaggiato con grande curiosità questo Linkwood 12 anni (per tre mesi non è arrivato ai 13) selezionato dalla Douglas Laing per la linea Douglas of Drumlanrig, contraddistinta da imbottigliamenti single barrell uncoloured e unchillfiltered, con un numero di bottiglie limitato; nel nostro caso 343 pezzi. Prossimamente assaggeremo il 12 anni Flora & Fauna ufficiale, così da provare a fare un confronto. Il colore, intanto è di un giallo pallido.

N: Alcuni imbottigliamenti Linkwood sono contraddistinti da un’affumicatura del malto piuttosto decisa, anche rispetto al tradizionale carattere dei distillati prodotti in questa regione. Questo Douglas of Drumlanrig stupisce da principio proprio per questa marcata particolarità, sulla quale però si innesta armoniosamente la dolcezza rassicurante degli Speysiders, rotonda e priva di inserti agrumati. Le note biscottate, di zucchero di canna e di un fruttato francamente poco definito si stringono all’affumicatura in un balletto aggraziato.

P: Come forse era prevedibile, la personalità complessiva di questo giovane malto è caratterizzata da un palato dai sapori tenui. Al di là delle piacevoli note maltate, la frutta si definisce con l’albicocca in primo piano e, più sfumati, sentori di succo di frutta tropicale. A stretto giro queste sensazioni sono sostituite da un’affumicatura legnosa, forse troppo generosa. Pare quasi che il gusto tenda verso l’amaro.

F: Piuttosto breve ma gradevole, con ritorni di albicocca e un fumo che si fa tenue, svanendo assieme al legno discreto della botte ex bourbon.

Nel dare un giudizio generale, bisogna dire che questo Linkwood raggiunge in pieno il suo scopo: un malto estivo, fresco, dolce e fruttato che non mancherà di compiacere gli amanti dello Speyside, e pure reso più “profondo” da un’affumicatura intrigante. Degno di nota anche il prezzo, assolutamente onesto, di circa 40 euro. Il nostro giudizio è dunque 82/100. Per il campione che abbiamo assaggiato vogliamo ringraziare Davide di angelshare, che ha proposto questo Linkwood all’ultimo Milano Whisky Festival.

Sottofondo musicale consigliato: Amy Winehouse – Girl from Ipanema, dall’album postumo, appena uscito, Lioness: hidden treasures.

Annunci

One thought on “Linkwood 12 yo Douglas of Drumlanrig (1997/2010, Douglas Laing, 46%)

  1. Pingback: Linkwood | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...