Glenfarclas 30 yo (2011, OB, 43%)

Dopo i bagordi natalizi, pare brutto non bersi un buon whisky ex-sherry: e cosa c’è di meglio di un Glenfarclas di 30 anni? Nella nostra esperienza, i single cask della distilleria sono sempre di qualità eccellente, mentre con gli imbottigliamenti ‘normali’ abbiamo avuto sensazioni contrastanti: il 40 anni è fantastico, mentre i più giovani ci hanno generalmente deluso. Mettiamo alla prova questo 30 anni, il cui colore è ramato, prevedibilmente…

gfcob.30yoN: piuttosto intenso e accessibile; subito la scena è dominata dai proverbiali frutti rossi: ciliegia e fragola, lampone anche. C’è un gradevole sentore di crostata ai frutti di bosco. Forse la nota che spicca con maggior forza è quella di prugne secche; poi, cioccolato alla nocciola (crema di nocciole? Non diciamo Nutella, ma più o meno…). C’è un’ottima suggestione di sciroppo d’acero; pian piano, vien fuori una profonda affumicatura, profonda ma – se ha senso – lieve, raffinatissima. Tabacco da pipa, mele rosse. Ogni tanto affiora un che di erborinato e di balsamico (diciamo eucalipto, ma ci ricorda certe tisane balsamiche per la gola): sono solo attimi, però. Prevale una rotondità elegante, corroborata da un crescente sentore di legno appena lucidato.

P: incantevole, per nulla scontato: c’è un attacco di grande forza, giocato tra una frutta rossa esuberante (ciliegie e amarene) e un qualcosa che ricorda una marmellata (di frutti rossi, ca va sans dire) fatta in casa e un po’ bruciacchiata. Si tratta di una nota affumicata piuttosto intensa (forse nocciole tostate?), che conferisce grande profondità a un palato che, per il resto, si muove tra cioccolato amaro, liquirizia (in gran quantità), frutta secca (datteri?), note lievemente agrumate… Verso il finale, oltre a una nota salata che già ci aveva sorpreso nel 40 anni, torna una dimensione speziata ed erbosa davvero buona: noce moscata, eucalipto, forse qualcosa di leggermente pepato. Resta sempre godibile e freschissimo.

F: abbastanza persistente, molto discreto: ciliegie, prugne; liquirizia. Note affumicate fantastiche.

Uno sherried composito, quasi perfetto: da manuale, diciamo. Si potrebbe andare avanti a berlo all’infinito, tanto è fresco e beverino: sì, come whisky natalizio ha pochi rivali, tenendo anche conto del prezzo… Circa 140 euro per un trent’anni è quasi un record: anche per questo, il nostro giudizio è di 90/100, né un punto in più, né uno in meno.

Sottofondo musicale consigliato: Sting – Girl from the north country, cover di Bob Dylan.

Annunci

2 thoughts on “Glenfarclas 30 yo (2011, OB, 43%)

  1. concordo sulla bontà di questo 30 anni, non sul giudizio verso il 40 che trovo troppo dolce e morbido (ma voglio riprovarlo per cambiare idea), mentre adoro il 15, mi piace il 21 e pure il 25. ottimo il 105 e il 10 si difende bene… ma come si dice? de gustibus. è bello che ognuno di noi la pensi in modo doverso!

  2. Pingback: Glenfarclas | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...