Laphroaig 12 yo ‘Medicinale’ (1999/2012, Laphroaig.it, 57,7%)

claudioQuando si parla di Laphroaig, in Italia non si può non fare il nome di Claudio Riva, appassionato numero uno della distilleria di Islay, padre padrone del suo fan club italiano, oltreché mattatore delle numerose degustazioni organizzate dal forum singlemaltwhisky.it. In passato abbiamo recensito un 21 anni selezionato da lui: ora eccoci alle prese con il terzo imbottigliamento di una serie di giovani Laphroaig, ciascuno intitolato ad un carattere fondamentale della distilleria. Dopo l’Ostrica e la Torba, ecco il Medicinale, 60 bottiglie (già esaurite allo scorso Milano Whisky Festival, si vocifera) di un malto invecchiato in una botte ex-bourbon e imbottigliato a gradazione piena. Il colore è dorato chiaro.

questa la bottiglia, ahinoi, vuota...
questa la bottiglia, ahinoi, vuota…

N: la gradazione non chiude eccessivamente e non rende questo malto ‘irrespirabile’, anzi… Subito è di impressionante marinità (sì, il salmastro, l’aria di mare… ma questo sa proprio di pesce!) e, nomen omen, ecco le reclamizzate note medicinali (cerotto, corsia d’ospedale… se non riusciamo a farci insultare con questa suggestione, non sappiamo più cosa inventarci, eheh). Il fumo di torba, intensissimo e profondo, ci parla di un distillato giovane: è anche presente, però, un’anima ‘dolce’, tra vaniglia, cocco, pasta di mandorle. Generose, infine, le zaffate di succo di limone.

P: impressiona la bevibilità: sembra a 46%!, ed è anche buono… Come al naso, a dominare la scena sono il vegetal-torbato da un lato e il sapido dall’altro, il tutto supportato da una massiccia affumicatura (legna bruciata). La dolcezza, un po’ in secondo piano, è molto coerente col naso, tra vaniglia, pasta di mandorle e un che di zuccherino. Sempre più, legno. Una nota di eucalipto. L’acqua apre sul limone, tantissimo! Se volete gustarvi il lato agrumato, davvero non evitate di aggiungere qualche goccia d’acqua.

F: camino spento, pieno di cenere. Lungo e ricchissimo di note fenoliche.

Ci è piaciuta la grande coerenza, così come quella ‘naturalezza’ che ormai, negli imbottigliamenti ufficiali, si è persa. Ci ha poi impressionato la maestosità del lato marino, diremmo perfino “ittico”. 86/100 è il nostro giudizio, grazie a Claudio per averci regalato un po’ di questo nettare e, come di consueto, complimenti per la selezione…

Sottofondo musicale consigliato: PhoenixLisztomania.

Published by

2 risposte a "Laphroaig 12 yo ‘Medicinale’ (1999/2012, Laphroaig.it, 57,7%)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...