Asparagi con zabaione salato al whisky

Una ricetta facile facile, molto whisky facile, da preparare proprio in questi giorni di maggio, quando gli asparagi vengono strappati alla nuda terra e portati sulle tavole imbandite. Uno dei due curatori di questo sito deve i natali a un piccolo e ridente paese brianzolo che ha fatto di questo buffo ortaggio un motivo di vanto, visto che lì si coltiva l’asparago rosa di Mezzago, varietà unica al mondo con denominazione di qualità “De.Co.”
Noi abbiamo usato questa esotica cultivar, ma anche un asparago verde o bianco verrà accettato dai duri censori del buon gusto culinario.
Un sentito ringraziamento va a Francesco per l’idea, avremmo tanto voluto trovare degli asparagi color verde acido…

IMG_2544ok

Ingredienti (per due persone)

  • 400 gr di asparagi
  • 2 tuorli d’uova
  • 2/3 cl di whisky
  • sale
  • burro (facoltativo)

La ricetta

Pulire gli asparagi e farli bollire in piedi, con le punte fuori dall’acqua. I più accorti sapranno certamente dell’esistenza di un’apposita pentola, ma vi sfidiamo a trovarla. Preparare intanto uno zabaione con due rossi d’uova fresche, un pizzico di sale e aggiungendo qualche centilitro di whisky durante lo sbattimento, da effettuare a mano come una volta o con le più pratiche fruste elettriche. Se si vuole ottenere una maggiore cremosità, si può completare con un paio di noci di burro sciolte a bagnomaria. Una volta ottenuta una salsa omogenea, adagiare la salsa sulle punte degli asparagi e…buon appetito!

Il whisky

Consigliamo un whisky semplice e fresco, a gradazione ridotta, con un bella maltosità zuccherina sugli scudi, che possa aggiungere corpo allo zabaione senza però andare a coprire il sapore delicato delle uova. Un giovane speysider è forse la scelta migliore; noi abbiamo usato il Balvenie 12 yo Signature, ma anche il mitico Glen Grant 5 anni ci starebbe alla grande.

Sottofondo musicale consigliato (durante la preparazione): era il 1989 e un promettente gruppo americano sbarcò a Mezzago per esibirsi nello storico locale Bloom. Si chiamavano Nirvana. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...