Longrow 1998 (2010, Cadenhead’s, Rum Cask, 55,7%)

Dopo la scorpacciata di Macallan, vogliamo provare qualcosa di diverso, magari di un po’ inusuale… E cosa c’è di meglio di un Longrow invecchiato esclusivamente in botti di rum? Cadenhead’s, lo storico imbottigliatore, di proprietà di Springbank, la distilleria di Cambeltown che – come è noto – produce Longrow, versione un po’ più torbata del ‘solito’ (due parole in più le abbiamo spese qui): la combo Cadenhead’s – Springbank mette spesso sul mercato invecchiamenti ‘curiosi’ in botti improbabili, chissà se questo esperimento sarà ben riuscito (come, ad esempio, il Longrow maturato in Barolo Gaja) o meno… Il colore è ramato.

18569N: abbastanza aperto; certamente è un profilo particolare, in stile “prendere o lasciare”. Però il carattere Longrow è salvo, con una affumicatura acre e decisa, oltre a un che di ‘gluttammato di sodio’ (non siamo ancora ubriachi… ricorda l’umami) e di lievemente carnoso… Diciamo ‘carne al sale’? Dado di carne? E vabbè, insomma, ci siam capiti: poi c’è il rum, con note intense di zucchero di canna, di banana matura (un sacco), di caramello… Un po’ vegetale e con note candite ‘giovani’. Le caramelle al toffee Elah, ve le ricordate?! Note speziate, di noce moscata, che crescono col tempo.

P: la componente dolce si fa prevalente, ma – ancora – il distillato, indomito, lotta: ancora banana in quantità, toffee, zucchero di canna, persino un po’ di melone… E poi però ecco l’affumicatura ‘pepata’ tipica dei Longrow, massiccia ma ben integrata. Liquirizia. Ancora qualche nota ‘carnosa’. Semplice, ma in armonia.

F: violenta affumicatura sotto a una coltre di Pampero (wtf?); erba fresca, liquirizia.

Eravamo scettici, in partenza, ma dobbiamo ammettere di essere costretti a ricrederci: non è certamente un mostro di complessità, ma l’apporto del rum e quello ‘originale’ del distillato convivono senza sovrastarsi, lottando per la vittoria fino all’ultimo ma arrivando al traguardo perfettamente appaiati. Forse bilanciamento ed equilibrio non sono del tutto persuasivi, ma di certo c’è tanta intensità: per questo il nostro voto sarà di 83/100, molto particolare, davvero. Grazie a Monica per il sample.

Sottofondo musicale consigliato: direttamente dalle peggiori rumerie de L’Havana, Buena Vista Social ClubEl Cuarto de Tula.

Published by

Una risposta a "Longrow 1998 (2010, Cadenhead’s, Rum Cask, 55,7%)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...