Clynelish 1997/2012 (The Bonding Dram, 55,7%)

Il negozio belga The Bonding Dram è molto noto nel nord Europa; il mondo ne ha conosciuto le potenzialità anche come selezionatore soprattutto grazie ad alcune recensioni di Ruben; alle stesse persone si deve l’eccellente servizio whiskysamples, che consente ai più di accedere a whisky spesso di livello altissimo, spesso indipendenti, spesso di anni addietro, comprandosi solo un sample, appunto. Oggi, fidandoci del giudizio di Ruben, assaggiamo un Clynelish di 15 anni invecchiato nell’hogshead #5733. Il colore è paglierino. Ringraziamo -tanto!- Luca per il sample.

clynelish_15_yo_1997_55-7_the_bonding_dram_5th_anniversary_2012_cask_5733N: ecco perché ci piace Clynelish! L’alcol praticamente non si sente, a differenza dell’immediata cognizione della complessità: sfaccettato, ma la faccia più estesa è senz’altro quella ‘dolce’, per intenderci. La botte ha dato tanto, con apporti di vaniglia, marzapane, crema pasticciera… la suggestione generale, ma molto netta, è “pandoro”! Ci sono poi richiami più inattesi, come un cocco intensissimo; e poi infinite sfumature, scorza d’agrume, legni speziati, fiori recisi, forse pera… Ecco però gli hallmark di Clynelish: tracce di cera di candela, molto composte, di olio d’oliva, poi una mineralità quasi salmastra…

P: che corpo cremoso… qui i fattori s’invertono: prima la fa da padrona una sensazione di cera e olio d’oliva che avvolge il palato e lo manda in sollucchero; poi deflagra la frutta, fatta detonare da un tripudio aranciato. Ancora tanto cocco, tanta pasta di mandorle, tanta frutta gialla… Al di là di tutto, colpisce la perfetta integrazione dell’alcol e la notevoleintensità di tutti i sapori coinvolti, che tra l’altro annoverano, non ultimo, la marca tipica del bel malto ‘biscottato’ Clynelish.

F: un finale pieno, intenso e davvero molto lungo: tra la dolcezza (plumcake e un cocco da panico) e una deliziosa mineralità cerosa. Olio di mandorla.

Basteranno davvero poche parole: un perfetto Clynelish di 15 anni, più ‘dolce’ che austero, soprattutto al naso, sempre equilibrato, sempre bilanciato, sempre molto intenso, senza alcun intervento sgradevole dell’alcol. Ruben la pensa così, Serge così. Noi gli daremo 90/100, e aggiungiamo: quand’è uscito costava 65 euro… Ardbeg, guarda e impara (così, per dire, ché lo sappiamo che son cose e proporzioni diverse).

Sottofondo musicale consigliato: The ClashShould I stay or should I go? Stai, stai, ché a Brora si sta bene…

Annunci

One thought on “Clynelish 1997/2012 (The Bonding Dram, 55,7%)

  1. Pingback: Clynelish | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...