BenRiach 15 yo ‘Solstice’ (2011, OB, 50%)

Assaggiando questo whisky durante la masterclass Pellegrini all’ultimo Spirit of Scotland, l’abbinamento ‘BenRiach torbato’ e ‘finish in Porto’ non ci era parso così male… Vediamo se le impressioni sono confermate, a qualche mese di distanza. Il colore è quello di tutti i whisky finiti in Porto (ehm, quasi tutti), ovvero un rosso rubino.

bnrob.15yov3N: è un whisky senz’altro dosato e costruito, quindi fatto di aromi forti, nitidi e ruffiani; non per questo, però, abbiamo tra le mani un dram spiacevole. Gelée alla fragola affumicata, questa è l’immagine nitida che abbiamo davanti. L’affumicatura è davvero decisa e cresce col tempo, con una torba che verte anche sul medicinale (colluttorio, dentista). Liquirizia, in quantità, mentre gli anni in bourbon quasi non lasciano traccia (di vaniglia manco l’ombra). C’è una coltre vinosa e fruttata molto intensa che certo arriva dal finish: fragola (caramelle e confettura); note di legno di botte e un po’ di spezie (cannella, noce moscata). Tutto prorompente, e proprio per questo non c’è spazio per le sfumature.

P: si replica il naso, senza cadute di stile: intendiamoci, lo stile è questo e deve piacere… Subito si avverte un fumo davvero acre e intenso; spesse note di legno bruciato, ancora sentori medicinali. Tanta dolcezza da vino fortificato, con ancora frutti rossi caramellosi e ruffiani. Stupisce una buona traccia di farina di castagne.

F: idem con patate.

Come al solito, finita la recensione abbiamo letto le parole di Serge, e in effetti la nostra sembra copiata… Felici di sentirci abili quasi quanto il baffuto maestro, a questo punto all’identità di vedute dobbiamo confessare anche identità di valutazione: 84/100 è il verdetto per un whisky molto ‘moderno’, nel senso di ‘costruito’. Però costruito bene, tutto sommato; c’è poco, ma quel che c’è è deciso, intenso, tagliato con l’accetta ma di indubbia qualità (e pensiamo proprio alla qualità di aromi e sapori); neanche una sfumatura, neanche una traccia dell’invecchiamento in bourbon di oltre 14 anni, ma – come dire – fa niente, è buono.

Sottofondo musicale consigliato: Sir Mix-A-LotBaby Got Back, un classicone dell’hip hop che celebra il culo (sempre sia lodato).

Annunci

One thought on “BenRiach 15 yo ‘Solstice’ (2011, OB, 50%)

  1. Pingback: Benriach | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...