Dalmore 21 yo (1989/2011, Cadenhead’s, 51,4%)

La distilleria, situata nelle Highlands una ventina di chilometri a nord di Inverness, è tra quelle che meritano di diritto la visita di quanti si ritrovano a vagare sul suolo scozzese, in cerca di suggestioni alcoliche sempre più gratificanti. La Dalmore, di proprietà di White & Mackay, è infatti intelligentemente affacciata su un verde prato proprio sulla riva dell’imponente specchio di mare che fa di nome Firth. Insomma, un paesaggio spettacolare, reso ancora più gustoso da una distesa di botti esauste che si sgranchiscono un po’ le doghe proprio di fronte all’ingresso. Ma bando ai sentimentalismi! Oggi assaggiamo una botte ex bourbon selezionata da Cadenhead’s.

3701_0

N: l’alcol è un po’ pungente per ora, anche se al palato (spoiler!) questa sensazione svanirà. Ha un profilo austero ed elegante. Molto erbaceo (menta piperita, eucalipto) anche se il lato dolce del bourbon non si nasconde, con un forte influsso di pera e tropicale (ananas e un po’ di banana). Poi ancora legna tagliata, olio di mandorle e una sensazione di lucido per legno.

P: c’è estrema coerenza col naso; è bello ‘dritto’ e procede senza sterzare nè accelerare, con ancora la frutta secca (noce, mandorla) ad alternarsi a un malto tipo porridge. Rinveniamo ancora qualche suggestione tropicale, di ananas e lievi escursioni mentolate.

F: mandorle amare, ancora erbaceo e molto pulito. Non lunghissimo a dir la verità.

Non ci stancheremo mai di dir bene di questo genere di single cask. Qualcuno potrebbe obiettare che in un malto invecchiato per più di due decenni si vorrebbe ritrovare ben altra complessità di odori o sapori, oppure ben altra intensità (Serge lo definisce “young old one“)- in parte siamo d’accordo ed è il motivo per cui la nostra valutazione non si impennerà particolarmente- ma trascurare l’eleganza, l’asciuttezza del distillato sarebbe un peccato capitale, e francamente noi siamo persone di fede. Mai vorremmo urtare le divinità che riposano nel Firth: 84/100.

Sottofondo musicale consigliato: Tom Jobim e Vinicius de Moraes – A felicidade Ah la felicità, giureremmo di averla vista coi nostri occhi proprio sul prato della Dalmore

Annunci

One thought on “Dalmore 21 yo (1989/2011, Cadenhead’s, 51,4%)

  1. Pingback: Dalmore | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...