Port Ellen 19 yo (Hart Brothers, 43%)

Dopo il Port Ellen selezionato da Nadi Fiori abbiamo estratto dal cilindro un’altra espressione questa volta più giovane, per provare un confronto, attirati soprattutto dalla comune gradazione ridotta dei due malti in questione. Questo Port Ellen è imbottigliato dalla storica azienda scozzese Hart Brothers e dobbiamo- dovevamo, ahinoi- la fortuna di possederne qualche goccia al mitico Sacile Team, che ne salvò un sample nel corso del secondo Sacile Whisky Contest organizzato dal forum singlemaltwhisky.it. Grazie, grazie ancora.

pdt__port_ellen_19yo_hart_brothers_1384_1N: c’è qui da subito una torba meno ingenua che nel più maturo Nadi Fiori, bella nervosa, intensa, fumosa e più “marina”. Il lato erbaceo rimane leggermente più in disparte rispetto al PE Nadi ma si sente comunque nitida la camomilla. Segue poi un grande show di bourbonesque, con una grande vaniglia e crema pasticcera, pasta frolla e torta paradiso (zucchero a velo). E poi, una nota molto intensa di borotalco. Chiodi di garofano, eucalipto, legna fresca tagliata.

P: l’attacco può apparire un po’ deludente, ma si riscatta in un attimo; trattasi infatti solo di un imbocco gentile, a cui però seguono bombette di vaniglia e cremosità assortite. L’affumicatura è rispettosa, ma ben cenerosa. C’è ancora quella strana sensazione di borotalco, un che di caramella…Nitida la liquirizia, mentre percepiamo una timida escursione nel marzapane. Infine, riemergono le note erbacee, anche lievemente cerose.

F: cenere e marzapane e vaniglia e torba e una lieve acqua di mare. Ancora un senso di caramella talcata (what?!). Erbaceo, cacao amaro. Piacevolmente lungo e persistente.

Dobbiamo ammettere che questa seconda espressione ci ha maggiormente impressionato. Rispetto al suo parente è complessivamente più dolce, più torbato, meno austero e più intenso. A nostro giudizio si merita qualche punticino in più e si ferma a 88/100. Ad ogni modo, via via che assaggiamo questi nettari in via d’estinzione della compianta Port Ellen capiamo sempre meglio il perché del tanto fanatismo riversatosi sugli ultimi barili rimasti. Più difficile da accettare invece è il prezzo, ma parafrasando Humphrey Bogart: “È il mercato, bellezza! Il mercato! E tu non ci puoi far niente! Niente!”.

Sottofondo musicale consigliato: un’artista che con l’alcol ha un certo feeling. Cat Power – Cherokee

Published by

Una risposta a "Port Ellen 19 yo (Hart Brothers, 43%)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...