House Malt 2003/2012 (Wilson&Morgan, 43%)

Anche quest’anno nel corso del Milano Whisky Festival saranno assegnati i premi Best Whisky e ci sarà una simpatica novità. Oltre che per le categorie “Daily Whisky” e “Connoiseur Whisky” i giurati comporranno anche un podio dedicato ai “Lady Whisky”, ovverosia malti che secondo il produttore possono incontrare il gusto femminile. Nel 2012 la categoria Connoisseur era stata monopolizzata dall’imbottigliatore veneto Wilson&Morgan, che aveva vinto la medaglia d’argento con un House Malt 21 yo e quella di bronzo con un Caol Ila 12 yo. Noi ci eravamo accapparati una versione giovane del celebre House Malt: sull’etichetta campeggia la scritta evocativa “Born on Islay”, si tratta di un single malt ma la distilleria non è dichiarata.

34530N: subito un’intensa nota di bacon, carne di maiale alla griglia, salsa barbecue e paprika. Ben presente è anche un fumo di torba bello acre, accompagnato da una robusta coltre di legno e di liquirizia. Le note stampate sulla bottiglia dicono ‘medicinale’, noi lo troviamo piuttosto iodato. La base sherry c’è ed arrotonda, ma è un gradino sotto. In termini generali, si presenta molto aperto, snasabilissimo e tuttavia di una dolcezza vaga (mele rosse, marzapane). Col tempo quella carnosità organica si affievolisce ed emerge una maggiore rotondità, quasi cremosa. Tanta mandorla.

P: veramente molto omogeneo, senza picchi. Si percepisce una certa giovinezza, supportata da una botte bella presente e un filo allappante. Bordate di liquirizia come se non ci fosse un domani. Gli aspetti più particolari del naso, ovvero le suggestioni di carne bruciata, si attenuano e rimane un’affumicatura media. C’è un tocco di scorza d’arancia, in un profilo semplice, non eccessivamente dolce e di una dolcezza un po’ indistinta. Ad ogni modo la sensazione generale è gradevole.

F: si sente una torba ancora molto nervosa. Erba, liquirizia, cenere e qualche sentore di barbecue. Tende all’amarognolo.

Sapete quanto costa questo imbottigliamento? Sui 30 euro. Quindi, se amate Islay e i whisky di facile bevuta, e non vi scandalizzate per l’affiorare, qua e là, di originali ‘meaty notes’, troverete il rapporto qualità/prezzo di questo House Malt semplicemente eccellente. Il nostro giudizio però non decolla, a causa di quel miracolo chiamato soggettività: 82/100.

Sottofondo musicale consigliato: ImanyYou will never know

Annunci

One thought on “House Malt 2003/2012 (Wilson&Morgan, 43%)

  1. Pingback: Undisclosed Distillery | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...