Auchroisk 1991/2013 (Hidden Spirits, 45,0%)

Dopo un eccellente Caol Ila, la seconda selezione di Andrea Ferrari per la neonata serie di imbottigliamenti ‘Hidden Spirits’ è questo Auchroisk di 21 anni, distillato nel 1991 e imbottigliato pochi mesi fa (presentato in esclusiva al Milano Whisky Festival): si tratta di un malto invecchiato in una botte di bourbon per 21 anni, appunto, e finito per 90 giorni in un barile ex-sherry. Quale sarà il risultato? Di certo, il colore è chiarissimo.

Schermata 2014-01-20 alle 12.04.01N: Andrea l’aveva anticipato: non è un whisky ‘facile’… E in effetti ha un profilo inusuale, molto poco ‘costruito’, mostrando – crediamo – un invecchiamento in una botte ex-bourbon certo non al primo riempimento. Dominano note che solitamente troviamo in malti più giovani: canditi a valanghe, agrumi pungenti (pompelmo, limone), zenzero candito, forse qualche nota ‘uvettosa’ tipo zuppa inglese, una punta di prugna secca… Il tutto, a onor del vero, molto silenzioso, su un tappetino alcolico intenso e inatteso, vista la bassa gradazione. Costanti suggestioni floreali e  – per la gioia di Davide – di erba fresca appena tagliata…

P: prosegue la delicatezza anche al palato, che tende qui a privilegiare note erbacee, floreali sulle prime (con le note ufficiali, diremmo tè verde), pare evolvere verso un timido fruttato agrumato (pompelmo, cedro) con continue suggestioni di cioccolato bianco, di malto. C’è un qualcosa di astratto, diremmo un ricordo di confettura di fragola, qui e là.

F: medio, di discreta intensità, bello maltoso e fruttato (arriviamo ultimi a dirlo, ma è una dolcezza vinosa… potrebbe essere Porto bianco?)

E insomma, Andrea ci aveva avvertiti: non è un whisky ruffiano, per tutti i palati, e senza dubbio dobbiamo applaudire al tentativo di immettere sul mercato whisky così nudi, rispettosi del distillato a dispetto di un finish in sherry che – in effetti – conferisce qualche nota rotonda in più a un profilo molto tagliente. Complessivamente, però, le note alcoliche ci paiono un po’ eccessive, e a nostro gusto la semplicità del naso resta penalizzante: intendiamoci, la tipologia del profilo ci piace assai, un po’ di complessità in più lo avrebbe spinto più in alto nella nostra ‘classifica’ (classifica? ma che è, una gara?); ci fermiamo a 81/100; grazie ad Andrea per il sample e mi raccomando, continua così! La bottiglia è in vendita sul suo sito, qui. Segnaliamo anche la recensione del grande Bevitore Raffinato, Giuseppe.

Sottofondo musicale consigliato: George Ezra – Did you hear the rain.

Published by

2 risposte a "Auchroisk 1991/2013 (Hidden Spirits, 45,0%)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...