Glengoyne cask strength batch 2 (2014, OB, 58,9%)

Da prodighi figlioli, torniamo nella distilleria in cui tutto ebbe inizio, ovvero Glengoyne: un gioiellino molto vicino alla città di Glasgow e quindi facilmente raggiungibile anche da chi si trovi in Scozia solo di passaggio. La scorsa settimana il brand ambassador per l’Italia, l’amico Fabio Ermoli, ci ha invitato ad assaggiare in esclusiva il nuovo batch #002 della versione Cask Strength, ovvero un NAS a gradazione piena. L’invecchiamento è tutto in botti ex-sherry, e se il primo ci era davvero piaciuto moltissimo…

glengoyne-cask-strength-batch-2-whiskyN:…questo secondo è capace di stupirci, innanzitutto per la diversità dal primo. L’alcol si sente abbastanza; se l’altro era cremoso e ricco in frutta rossa qui prevalgono invece note giovani maltate (mash tun, lieviti, distilleria); un che di ‘sporco’, tipo legno umido di cantina, cuoio. Insomma, un whisky che sa di distilleria! Dietro si fanno largo col passare dei minuti suggestioni dolci, di toffee, frutta cotta (mela prugna uvetta), una spruzzatina di cola… L’acqua, copiosa, impreziosce molto, levigando note alcoliche e impurità, arrotondando verso note di tabacco da pipa, cioccolato e legno.

P: restano quelle suggestioni di distilleria, tra malto giovane, lieviti… Ma al palato sono meglio bilanciate dall’apporto monstre del legno, con note molto forti di cioccolato, liquirizia; tanto agrume (arancia amara), tamarindo, cola, ancora caramello e forse una marmellata di fragole bruciacchiata; ma soprattutto legno legno legno.

P: come sopra: agrume e caramello dominano, con legna e frutta secca e un po’ di malto giovane.

Glengoyne mantiene alta la qualità: questo batch #002 è senz’altro diverso dal precedente, la distilleria non teme di sorprendere i suoi aficionados. A noi pare soprattutto che la quota di distillato giovane (Fabio ci spiegava che è un vatting di botti tra gli 8 e i 18 anni) sia maggiore, o forse solo più presente; e al contempo il legno diventa ancora più protagonista. Forse troppo? Onestamente a noi è piaciuto di più il batch #001, questo ci pare non del tutto bilanciato, ma resta un gradevolissimo dram, il cui rapporto qualità prezzo (attorno ai 50 euro) rimane tra i più competitivi sul mercato. 83/100, dunque, in attesa di poter fare una verticalina con anche il prossimo #003…

Sottofondo musicale consigliato: The Wolf of Wall Street OSTMovin’ OutBilly Joel 

Annunci

2 thoughts on “Glengoyne cask strength batch 2 (2014, OB, 58,9%)

  1. Pingback: Glengoyne Cask Strength (2015, OB, batch #3, 58,2%) | whiskyfacile

  2. Pingback: Glengoyne | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...