Mortlach 21 yo (1991/2013, Silver Seal, 56,3%)

Silver Seal è Silver Seal: in questi giorni Max Righi è in Scozia per il Pre-war Whisky Tour, ovvero un piccolo giro per le distillerie in cui lui e altri loschi figuri (oltre a Diego Sandrin, c’è Angus, Serge Valentin, Emmanuel Dron, mazzetti di Malt Maniacs…) assaggiano in loco bottiglie di whisky distillato prima della seconda guerra mondiale… Insomma, una robetta da niente! E così, dato che noi siamo a Milano a rosicare guardando su facebook le foto che pubblicano, proviamo a consolarci con un Mortlach imbottigliato l’anno scorso da Silver Seal, una singola botte ex-sherry di 21 anni. Daje.

Mortlach-21-Silver-Seal-e1389107424931N: la gradazione si nasconde, l’alcol è morbidissimo; il profilo da sherry profondissimo si lascia esplorare… e scendiamo negli abissi, allora! Quella nota sporca / meaty di Mortlach c’è, ma molto molto lieve (c’è un che di polvere da sparo e anche di arancia ‘al limite’, quasi andata), abbinata ad una punta di legno umido. Poi accanto viene fuori una dolcezza liquorosa composita e poderosa: mon cheri (cioccolato e ciliegie sotto spirito; ma frutti rossi, in generale), arancia, chinotto. Tabacco da pipa, tamarindo, e un cioccolato devastante. Caramelle al rabarbaro.

P: squisito. L’alcol, di nuovo, se l’è tenuto Max Righi: è morbidissimo, ma tutta la gustativa è percorsa da scoppi di sapore, con un corpo veramente massello. Ancora, c’è una leggera nota di polvere da sparo, ma non è off-note: anzi, si lascia sovrastare splendidamente da una serie lunghissima di fiammate: tanta arancia matura, frutta rossa sciroppata (ciliegia), ancora chinotto… In realtà, è una perfetta replica di un naso che già ci aveva rapito. Cioccolato, liquirizia, rabarbaro (che legno!)… Leggermente astringente, ma in senso buono!

F: ancora piacevolmente organico, maturo, vivo (qui il classico ‘brodo’ Mortlach esce un po’ di più), con agrumi maturi, cioccolato, frutta rossa macerata in alcol.

Noi non abbiamo avuto cuore di aggiungere acqua, è già perfetto così; anzi, con profili simili talvolta l’acqua acuisce le note un po’ ‘sporche’, guastando l’esperienza (a giudicare dalle parole di Giuseppe, forse anche questo è il caso)… E noi certo non vogliamo guastarla! Istruttivo comunque, non tutti i whisky accolgono bene l’acqua. Veramente eccellente: la prova che Mortlach, alla faccia di Jim Murray, tira fuori prodotti che sanno essere di alto livello. È esattamente un whisky che nel nostro diario vale 90/100. Al solito, complimenti a Max per la selezione e grazie a lui e alla Betty per il sample.

Sottofondo musicale consigliato: Meschiya Lake and The Little Big Horns – Satan Your Kingdom Must Come Down, uno spiritual cantato da una bella milfona, grazie a Matthews per la segnalazione.

Annunci

One thought on “Mortlach 21 yo (1991/2013, Silver Seal, 56,3%)

  1. Pingback: Mortlach | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...