Mortlach 12 yo (1984/1996, Wilson & Morgan, 43%)

gli alambicchi di Mortlach

gli alambicchi di Mortlach

Lo scorso 12 ottobre (già, ormai un po’ di tempo fa…) abbiamo avuto il piacere di tenere una degustazione per la più grande comunità italiana di appassionati di whisky, ovvero il forum singlemaltwhisky.it (fateci un giro: il buon Dyka ha appena rifatto la grafica, è anche bello da vedere adesso!). Pian piano facciamo fuori i sample che avevamo raccolto quel giorno, e oggi tocca a un altro Mortlach, questa volta di 12 anni, imbottigliato dall’italianissimo Wilson & Morgan per una delle sue primissime serie. La cosa interessante è che i Mortlach sono quasi sempre invecchiati in botti di sherry, mentre questa è una singola botte (#4088) ex-bourbon; ora, sappiamo che il distillato di Mortlach è “particolare”, con note sulfuree e ‘brodose’, in virtù di una particolarissima doppia distillazione e mezzo, con alambicchi ‘bizantini’ su cui spicca la celebre Wee Witchie (dettagliate info le trovate a un certo punto di questa pagina – noi, come Claudio sa bene, non ci abbiamo capito niente, eheh).

DSC_0019N: delicato, non mostra note alcoliche. Sul distillato Mortlach, che talvolta è un po’ ‘sporchino’, prevale una dolcezza discreta ma molto netta (vaniglia senz’altro, pere mature, ma anche note ‘giovani’ di frutta candita). C’è una bella maltosità, anche piuttosto intensa (cereali, muesli), ma quelle note meaty tipiche della distilleria sono appena appena sussurrate (brodo), con qualche suggestione minerale gradevole. Una nota di limone (forse pare canarino?), e a sorpresa un che di speziato, ma spezie dolci (cannella).

P: ancora per negazione, manca la nota sporca dei Mortlach. Per il resto, replica fedelmente e con grande coerenza quanto trovato al naso, anche se difetta un po’ al corpo (deboluccio – è la gradazione?). Per la verità, emergono con più nettezza le suggestioni della botte ex-bourbon (vaniglia a palate, perfino punte cremose, tipo crema pasticciera), bilanciate da un fondo erbaceo e maltoso, con note di erba fresca, frutta secca e limone non zuccherato. Piacevole, complessivamente discreto.

F: pulito e vegetale, erbaceo. Erba, erba, erba! Nocciola. Non lunghissimo e di media intensità.

Un daily dram un po’ eccentrico: lodevole è il bilanciamento tra l’apporto della botte e le suggestioni cerealose ed erbacee che arrivano dirette dirette dal distillato, rendendo il complesso educato e composto, certo non ruffiano. Forse una gradazione più alta avrebbe dato più grip al corpo, ma nessuno lo saprà mai! La nostra valutazione è di 84/100.

Sottofondo musicale consigliato: Elephant revivalSing to the mountain.

Annunci

2 thoughts on “Mortlach 12 yo (1984/1996, Wilson & Morgan, 43%)

  1. Pingback: Mortlach | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...