Clynelish 14 yo (2012, OB, 46%)

Clynelish, Clynelish, Clynelish… Sempre diciamo che è una delle nostre distillerie preferite, e non abbiamo ancora mai assaggiato il 14 anni ufficiale? Poniamo fine a questo scempio morale e dedichiamoci appunto all’unica espressione del core range della distilleria: unica perché la gran parte del distillato finisce nei blended di casa Diageo, Johnny Walker Black in primis. Il colore è dorato chiaro.

clynelish_14_anniN: dal Clynelish 14 dovrebbe partire ogni spedizione esplorativa delle Highlands: fusi nella complessità si trovano infatti molti elementi tipici. Innanzitutto, austerità minerale e ‘terrosa’, una torba discretissima ma insistente, note mentolate (pare resina di pino, eucalipto); a completare il quadro di sobria magnificenza, il vero hallmark di Clynelish, ovvero una cera goduriosa. Finita qua? Nemmeno per sogno: c’è pure un bel mondo di zuccheri: toffee, frutta gialla, uvetta, marmellata d’arancia, limonata?, insomma… Un mostro di delicata complessità. Frutta secca a go go (noce, nocciola): non manca nulla!

P: innanzitutto ha quella personalità che è tipica dei campioni. Un bel corpo compatto, da cui si dipanano mille rifrazioni di sapore: ancora austerità, variegata nelle suggestioni minerali, tra una marinità costiera, una fantastica nota di eucalipto (miele all’eucalipto è la suggestione che ci folgora) e punte limonose. Poi toffee, ancora, tanto miele; la torba gentile retrocede ulteriormente, in un contesto che si fa più maltoso ed oleoso (noce).

F: bello pulito, lungo e persistente, con cera, malto, frutta secca, legno e il gradito ritorno d’un fumo leggero.

Con un paragone calcistico, questo Clynelish 14 ci pare Cambiasso: un campione d’umilté, non appariscente, che non si perde in fronzoli inutili, ma che spacca legna a centrocampo e non disdegna il vezzo di schiaffarla dentro. Un whisky complesso, certo, ma che riesce a dissimulare la sua complessità con una sprezzatura magistrale, da vero “malto per bene”. Esattamente il profilo che nel nostro catalogo è spartiacque tra la normalità e l’eccellenza: quindi, 88/100, e forza Cuchu.

Sottofondo musicale consigliato: Violent FemmesI hear the rain.

Annunci

Published by

3 thoughts on “Clynelish 14 yo (2012, OB, 46%)

  1. […] 4. Clynelish 14: Un altro non ancora recensito, è l’OB cavallo di battaglia di questa distilleria delle Highlands che a me piace particolarmente. Leggero ma gustoso, dolce e ricco di sapori e odori cerosi, e pieni, è davvero un gran bel malto. Appena sotto i 40 euro, per un’ottima recensione per ora rivolgetevi come al solito a loro. […]

Rispondi