Auchentoshan 17 yo (1995/2013, Hidden Spirits, 56,1%)

Torniamo tra le mura della tasting room di Andrea Ferrari, valente blogger e da quasi un anno anche imbottigliatore indipendente; dopo aver assaggiato in anteprima il suo ottimo Caol Ila, abbiamo bevuto un Auchroisk molto particolare, forse perfino troppo per i nostri noiosi gusti. Ma oggi mettiamo il naso su un Auchentoshan (distilleria delle Lowlands, tripla distillazione) di 17 anni, selezione limitatissima (solo 60 bottiglie) di un single cask ex-bourbon con un passaggio in sherry Oloroso per qualche mese. Il colore è dorato chiaro.

Schermata 2014-05-12 alle 10.50.15N: qualche istante è d’uopo per superare l’aggressività dell’alcol, che pure poi svanisce. Riesce ad essere al contempo intenso e delicato: molto cerealoso e maltato (proprio cereali, muesli), tanto profumo d’erba fresca… Insomma, un omaggio allo stile Lowland! Poi, accanto, note di frutta gialla cotta (pera soprattutto), una spruzzatina di ananas, mentre del finish in sherry resta una rotondità di fondo, con un che, forse, di confettura di fragola. Comunque abbastanza ‘secco’ al naso, se è lecito dirlo. e davvero gradevole e aromatico.

P: intenso, ancora secco e con un bel corpo. Molto lineare e costante nell’inviare segnali alle papille. Molta coerenza col naso: lo sherry è ancora meno presente a livello di descrittori, ma contribuisce ad arrotondare. Come suggestioni, notiamo soprattutto generose note maltose / erbose, uvetta; Andrea parla di “maliziose note agrumate”, forse soprattutto d’arancia. Davvero buono e godibile. Frutta secca (mandorle, forse un pit di nocciole).

F: pulito, sulla frutta secca (mandorla); a lungo resta proprio un bel sapore di malto delicato.

Che sorpresa! Auchentoshan è distilleria che solitamente certo non brilla per complessità e intensità, ma qui Andrea è riuscito ad acchiappare una botte che rappresenta – a nostro gusto – quanto di meglio lo stile di casa riesce ad esprimere. Regge benissimo l’acqua, che anzi consigliamo per attenuare qualche asperità alcolica e che non inficia l’intensità dell’esperienza. 87/100 è il verdetto, complimenti a Hidden Spirits per la selezione. In vendita qui a 73 euro.

Sottofondo musicale consigliato: Blind Willie McTell – Searching the Desert for the Blues.

Published by

Una risposta a "Auchentoshan 17 yo (1995/2013, Hidden Spirits, 56,1%)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...