Kilchoman 5 yo (2009/2014, OB for Whiskyclub.it, 60,8%)

Domani sera ci sarà un evento speciale: Claudio, Davide e Andrea presenteranno ufficialmente la loro creatura, Whiskyclub Italia. Lasciamo a loro le parole di presentazione, ricordando solo come a un godurioso banco di assaggio seguirà una cena luculliana imbevuta di birre artigianali maturate in botti di whisky… Insomma, l’evento pare imperdibile! Noi per prepararci assaggiamo l’ultima selezione dei ragazzi, ovvero un Kilchoman invecchiato in botte ex-bourbon (cask #343/2009) e imbottigliato ad un mostruoso grado pieno, 60,8%. Non per i deboli di cuore… Il colore è paglierino.

Schermata 2014-11-07 alle 11.43.28N: chiuso, molto chiuso sulle prime, pur senza risultare alcolico in modo disturbante. Trapelano però, fin da subito, due note clamorosamente nitide: propoli e caramelle al miele. Davvero molto ‘vegetale’ e maltoso; erbe infuse dolci (ricordano, queste note, un amaro d’erbe fatto artigianale). Una punta di pastello a cera? Di gomma? Poco affumicato per ora. Ci sono poi note zuccherine e forse fruttate, ma tutto sommato laterali (e solo dopo un bel po’ d’aria); si apre poi, pian piano, su biscotti appena sfornati; e su camomilla, tanta. Con acqua, oltre a una punta di borotalco, notiamo in grande crescita note aranciate zuccherine, diciamo tra il miele d’arancio e una crostata.

P: l’impatto, complice la gradazione, è senz’altro esplosivo: di nuovo, la fa da padrone un malto certo giovane ma non ingenuo, di accennata vegetalità (?) zuccherina; a questo palato mancano marinità e fumo (ma rispetto a cosa, boh!), ed è per questo che si presenta ‘nudo alla meta’: fiori infusi, gran tripudio di camomilla zuccherata, fette biscottate, ancora propoli e miele. Spezie? Con acqua, si fa più vaniglioso e arancioso (arancia dolce, zuccherina, non rossa). Torba, sempre senza fumo.

F: ancora torbato ma per nulla affumicato. Si conclude richiudendosi, ancora su malto, erbe vegetali, un lieve zuccherino.

Un whisky difficile, di certo arduo da maneggiare; e senz’altro whisky particolare, particolarissimo, che probabilmente dividerà i gusti di chi lo assaggerà. Anzi, ha già diviso perfino noi: chi lo elogia ne ha apprezzato l’intensità, le sfumature inusuali e la qualità di un malto caldo, campagnolo; chi non l’ha amato ne critica, per contro, la ‘nudità’, l’eccessiva semplicità. Insomma, l’abbiamo proprio interpretato in modo opposto; che dire? Bevetelo, e sappiateci dire la vostra opinione. Il nostro voto è la sintesi, la media dei due giudizi che singolarmente avremmo dato, e quindi 87/100.

Sottofondo musicale consigliato: Toto Cutugno – Voglio andare a vivere in campagna.

Published by

Una risposta a "Kilchoman 5 yo (2009/2014, OB for Whiskyclub.it, 60,8%)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...