Balvenie 15 yo ‘Single Barrel’ (2014, OB, 47,8%)

Si sa, Balvenie è nella top five delle nostre distillerie attive preferite; e non ci sbilanciamo oltre solo per quel profondissimo senso del pudore che ci muove in ogni azione (ehm…). Una delle nostre bottiglie preferite, nel camaleontico core range della distilleria di Dufftown, è il 15 anni ‘Single Barrel’: vale a dire una singola botte, di quindici anni. Tempo fa ne avevamo assaggiata una versione ‘anonima’, priva dell’indicazione del numero di botte, dato che proveniva da una mignon raccattata in qualche aereoporto; oggi facciamo le cose per bene, e mettiamo naso e palato al servizio della fu botte numero #3811 (non c’è su whiskybase, ma la bottiglia da cui abbiamo attinto al Milano Whisky Festival è chiara: se avete tempo e voglia, aggiungetela voi, ché a noi ci fa fatica). Botte ex-bourbon, riempita di distillato il 24 febbraio 1999 e di esso svuotata il 28 luglio scorso (2014, per i distratti).

FullSizeRender-18N: grande apertura aromatica, che dispiega tutta la classe di Balvenie. La botte si fonde magnificamente con un distillato di qualità: e dunque, c’è quella tipica cremosità di questi invecchiamenti ex-bourbon (crema pasticciera, vaniglia), poi molta frutta (gialla: ma da una banana matura si passa all’albicocca disidratata, alla mela gialla, al succo di pera…), anche secca (mandorle, anzi: pasta di mandorle). Poi note di amaretto, e una zaffata di zafferano. A lato, ma mica poi così a lato, il malto, che sta tra la brioche e l’orzo bagnato. Possiamo azzardare che questa nota di legno di botte pregna di whisky si configura come una costante, nei malti Balvenie? Possiamo, certo, il sito è nostro e ci facciamo quello che ci pare.

P: rispetto al naso, risulta più dolce e maltoso che non fruttato e cremoso… Spieghiamoci: prevale una dolcezza biscottata, calda (tipo biscotti al burro), su cui danzano note di frutta secca (ancora mandorle e nocciole) e di crusca e cereali vari. Poi certo non è assente la frutta di cui sopra (chips di mele, albicocca disidratata), mentre un che di vaniglioso/cremoso diminuisce d’intensità.

F: bello lungo e accogliente, con note cerealose e una grande anima… bourbon (ma di quelli buoni). Replica il palato, con tutta la sua complessità.

Con Balvenie non sbaglia mai nessuno: non sbaglia la distilleria a distillare, non sbaglia il venditore a vendere, non sbaglia l’importatore a importare, non sbaglia il ladro a rubarne tre casse, non sbaglia l’acquirente ad acquistare, non sbagliamo noi a bercene un dram dopo l’altro. Non sbaglieremo neppure nel sentenziare: 87/100!, e a presto.

Sottofondo musicale consigliato: Kalabrese – Stone on your back (Frank Wiedermann Remix).

Annunci

3 thoughts on “Balvenie 15 yo ‘Single Barrel’ (2014, OB, 47,8%)

  1. Pingback: Balvenie | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...