Benromach 10 yo (2014, OB, 43%)

Quando nel 1992 Gordon&MacPhail acquisì Benromach si dovette totalmente provvedere all’acquisto di tutti gli attrezzi del mestiere, come si usa dire, eccezion fatta per gli washback e lo stock di barili già in maturazione. Per riavviare la produzione ci vollero ben sei anni, ma da qualche tempo Benromach è tornata con fierezza nelle nostre case, sfornando tra l’altro un ampio core range. L’anno scorso è arrivata anche questa nuova versione di base, ottenuta con un mix di botti ex bourbon (80%) e botti ex sherry (20%), che hanno trascorso l’ultimo anno d’invecchiamento in botti ex sherry Oloroso first fill. Ne esiste anche una versione a grado pieno a 57%, che ci incuriosisce molto e di cui abbiamo giusto giusto un campioncino…

benromach10newlrgN: la nostra recensione del 10 anni imbottigliato nel 2011 iniziava con “lieve coltre di fumo…”; beh qui la coltre c’è ancora, ma non così lieve: si distinguono infatti perentorie zaffate di pancetta fresca affumicata. Molto particolari sono anche note nitide di succo di pomodoro. In generale è minerale, con salamoia a go go, sale e pepe. Un profilo strano e seducente, tra l’altro reso bello corposo da un latto zuccherino che via via si guadagna spazio: vaniglia in stecchette, frutta sciroppata e marmellata di mandarini. Tanto tabacco da pipa e malto fresco, cereali. Un ottimo naso e anche complesso, per così dire ‘soggettivo’, dove il portato esperienziale di ognuno si può sbizzarrire, indirizzando le suggestioni in molti sensi.

P: si conferma intensamente affumicato, ricordando ancora quella splendida pancetta. Il lato minerale/vegetale prende il sopravvento (salmastro, olive, ancora un poco di succo di pomodoro), arrivando a sembrare un po’ un Mortlach o un Longrow/Springbank per la particolarità di queste note ‘sporche’. C’è anche un’arancia ipermatura. Ancora tabacco, poi una dolcezza pesante di liquirizia (si sente anche il legno). Un gran misto di frutta cotta indistinta e bella corposa. Caramello salato.

F: di nuovo generosamente affumicato (braci). Come talvolta accade qui la torba pulisce molto, lasciando spazio a un bel sentore di legno.

Sapete che questo signorino di grande personalità appena diecenne si trova solitamente in vendita a meno di 40 euro? Sapete che difficilmente a questo prezzo potrete accaparrarvi un malto con un profilo così ben caratterizzato e personale? Beh, se lo sapete probabilmente una bottiglia l’avete già nel vostro angolo alcolico di casa. Al di là delle considerazioni squisitamente commerciali, dobbiamo comunque confermare l’ottima stampa di cui questo nuovo Benromach gode (su tutti leggetevi Serge), con un’unica avvertenza: si tratta di un single malt abbastanza particolare, con qualche nota contundente e per forza di cosa finirà per non incontrare i gusti di alcuni. Che non siamo noi: 87/100.

Sottofondo musicale consigliato: Yoko Komatsu帰路2

 

Annunci

3 thoughts on “Benromach 10 yo (2014, OB, 43%)

  1. Pingback: Benromach 15 yo (2015, OB, 43%) | whiskyfacile

  2. Ne ho comprata una bottiglia proprio oggi pomeriggio per colmare il vuoto lasciato dal the macallan Amber. Malto che ho davvero gradito nella sua semplicità! Speriamo che questo mi soddisfi ancor di più!

  3. Pingback: Benromach | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...