Dalmore 15 yo (2014, OB, 40%)

275842229197392Dalmore è forse stata la prima distilleria a trasformarsi coscientemente in un brand di lusso (il sito master of malt definisce Dalmore “the most legendary distillery in the world, when it comes to creating stunning whisky with real provenance”), anche grazie all’eccellente lavoro del grandissimo Richard Paterson; già a partire dalla fine degli anni ’90 Dalmore ha messo sul mercato bottiglie costosissime, e continua a farlo, in effetti, attirandosi le critiche di tanti (ricordate le parole di Serge sulla serie Constellation?, una serie che tra le altre perle aveva un 19 anni finito in Porto in vendita a oltre 2000 sterline… pare anche buono, eh; epperò…). La proprietà è da tempo asiatica: prima un indiano, ora un cinese filippino la cui azienda immobiliare si chiama Megaworld Corporation, che sembra ‘na roba uscita da un fumetto, e invece. La smettiamo con l’aneddotica? Dai, sì, e mentre con la foto a destra ricordiamo la nostra visita alla splendida distilleria affacciata sul Cromarty Firth, oggi assaggiamo il 15 anni ufficiale. Colore: ramato.

Dalmore-15N: ha una bella personalità: a dispetto della gradazione è ben formato e intenso; il legno, assieme a qualche nota d’alcol, dà un bell’effetto di lucido per legno, per mobili… Generosi sentori di frutti secca (oleosità mandorlata e noce); albicocca disidratata, come frutta, poi ampia presenza di banana matura, marmellate. Tarte tatin. Sullo sfondo, lo sherry si presenta anche sotto forma di pane all’uvetta.

P: un palato di rara coerenza col suo naso: il rammarico è che qui i 40% intervengono ad ammorbidire, certo, ma anche a depotenziare un po’. In primissimo piano fin dall’attacco legno, frutta secca, uvetta e albicocca, che tutti assieme danno un senso diffuso di dolceamaro. Un palato senza guizzi ma abbondantemente sopra la sufficienza.

F: inaspettatamente lungo e ancora coerentissimo, su frutta secca e uvetta.

Quando siamo stati in distilleria, tra i vari assaggi disponibili a prezzi civili (leggi: gratis) avevamo particolarmente gradito il 15 anni: e in effetti, a riassaggiarlo con calma, ci piace ancora, anche se come al solito non possiamo non biasimare la scelta di imbottigliare a 40%… È senz’altro un whisky molto rotondo e con grande personalità, non privo di screziature da vero highlander: 85/100 e un rimpianto per i soli 40%… Con un pizzico di verve in più, soprattutto al palato, sarebbe stato un malto al #topdelsogno, ma tant’è.

Sottofondo musicale consigliato: Marcus Miller – Tightrope.

Published by

Una risposta a "Dalmore 15 yo (2014, OB, 40%)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...