Bruichladdich ‘Bere Barley’ 2008 (2014, OB, 50%)

Della varietà di orzo Bere abbiamo già parlato in passato, assaggiando l’ottimo Arran ‘Bere Barley’, appunto. Anche Bruichladdich negli ultimi anni, seguendo l’estro dell’immenso Jim McEwan, ha deciso di tentare l’esperimento e di usare per la distillazione un tipo di orzo ‘storico’, dato che era tipico della produzione di whisky nel 1800, poi soppiantato da altre varietà infinitamente più produttive. In collaborazione con l’Istituto di Agronomia delle Orcadi, si tratta di un orzo coltivato in diverse fattorie dell’arcipelago, tra South Ronaldsay, Orphey e Burray; e d’altro canto, come recitano le indicazioni sulla bottiglia, l’obbiettivo di Bruichladdich era quello di “spingere i limiti del concetto di terroir nel whisky di malto artigianale”. Capito?, mica roba da poco, qui si fa la storia. Questa è la terza edizione, 36000 bottiglie distillate nel 2008 e messe in bottiglia nell’ottobre 2014.

Bruichladdich-Bere-Barley-2008-single-malt-whiskyN: un po’ alcolico, molto cerealoso ed erbaceo, rivela la giovine età fin dalla prima snasata. In generale, secco: note di pane e lievito; c’è molto, molto distillato (evviva!), quindi canditi (limone e frutta gialla); ha poi una nota ‘dolce’ più usuale, diciamo di marzapane. Una suggestione: libro con carta patinata nuovo, sfogliato di fresco. Erbaceo e agrumato.

P: doppia sopresa. C’è un’intensità davvero apprezzabile, che si sostanzia (qui la seconda sorpresa) in un bel profilo fruttato; spicca una nota tropicale di maracuja, una frutta gialla più calda che al naso e un agrume vago e dolce. Poi ancora note di malto e di pagnotta, con erbe secche in crescita.

F: gentile ma persistente, attacca su dolce (vaniglia e cocco) e propone una suggestione molto decisa di lievito fresco.

Ottimo distillato, molto nudo ma godibilissimo: e giustamente, se l’accento deve cadere sul terroir, il sapore del malto si deve ben sentire. La giovane età si fa sentire, e a parità d’orzo forse ci convinceva di più l’Arran: ma gli anni di invecchiamento erano anche ben diversi. 84/100, e come al solito con Bruichladdich l’applauso è d’obbligo. Clap clap. Ah, abbiamo visto le foto della degustazione dell’open day di B. al Feis Ile: voialtri che siete lassù, vi invidiamo.

Sottofondo musicale consigliato: George Benson – Affirmation.

Published by

Una risposta a "Bruichladdich ‘Bere Barley’ 2008 (2014, OB, 50%)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...