Bowmore 25 yo (1990/2015, Valinch & Mallet, 52,5%)

Ci piace rimanere su Islay, e come avevamo promesso non ci spostiamo neppure di distilleria: al fianco di un piacevolissimo 8 anni ufficiale, abbiamo assaggiato un single cask di Bowmore, maturato 25 anni e imbottigliato da Valinch & Mallet, selezionatore italiano di cui stiamo iniziando a scoprire le potenzialità. Poche parole, tanto whisky:

12312534_10153284761011958_1019409631_nN: tutto veramente monstre, compresa la sua innata delicatezza. La torba c’è, ma come da tradizione di casa Bowmore è più minerale, terrosa e acre che non fumosa o bruciata. Ha una marinità certo presente, anche se molto levigata. Ciò che davvero stimola le nostre sinapsi è però il lato più zuccherino, diviso in due fazioni: da un lato c’è una dimensione tropicale, fruttata e floreale davvero magnifica (maracuja, lime; fiori, lavanda ed erica; caramelle alle violette); dall’altro, una cremosità crescente sostanziata di vaniglia e confetto. Un che di balsamico, proprio eucalipto.

P: da subito arriva una botta atrocemente compatta, non va per fiammate, ma è un muro di intensità costante. Questo è il risultato di uno scontro-fusione tra acqua di mare e frutta esuberante, che appunto porta a questo sapore unico: Bowmore!  Ripartiamo dalla frutta: lo spettacolo tropicale è di mango e maracuja, ma anche pesche succosissime; fragole, a sorpresa. All’improvviso una suggestione di fruit joy (sì, scusate) alla frutta, miste, tutto il pacchetto ingurgitato assieme. C’è una cremosità vanigliata, ma senza mai prevaricare la frutta. In aumento il fumo di torba, anche se molto discreto; manca solo una splendida venatura floreale, ancora tra violette e lavanda, che c’è, eccome. Chapeau.

F: legno bruciato, floreale, poi frutta intensissima… Ti rimbomba sontuoso nella testa per ore.

È un whisky eccellente, mostra perfettamente il miglior volto della distilleria per come lo abbiamo conosciuto nella nostra pur limitata esperienza: unisce un raffinatissimo lato torbato, minerale e marino ad un altro fruttato e floreale di grandiosa intensità, ha un naso complesso e compito ed un palato esplosivo. 93/100; complimenti ancora a Valinch & Mallet. Più passa il tempo, più questi Bowmore ci convincono, bene bene…

Sottofondo musicale consigliato: Lawrence Arabia – The Bisexual.

Annunci

One thought on “Bowmore 25 yo (1990/2015, Valinch & Mallet, 52,5%)

  1. Pingback: Bowmore | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...