Lagavulin 12 yo (2015, OB, 56,8%)

Sparring partner perfetto del nuovo, attesissimo 8 anni ci è parso essere il fratellone 12, a grado pieno, rilasciato nello scorso autunno nell’ambito delle Special Release di Diageo. Poche ciance, via alla degustazione.

lagavulin-12-year-old-special-release-2015-whiskyN: complice la gradazione, si concede con fatica; estremamente compatto e trattenuto. L’alcol non respinge, ma sono evidenti note di acetone, di solvente. L’effetto, a prima snasata, è di solvente per lo smalto per le unghie, che ricorda un po’ l’olio di mandorle; contribuisce poi a un profilo austero e nudo una marinità veramente imponente. Togliersi lo smalto su una scogliera, è questa l’immagine che le nostre menti malate hanno prodotto? Davvero? Molto poco sexy (non solo l’immagine, adesso intendiamo il whisky): c’è lana bagnata, c’è una torba minerale e fumigante (sa proprio di cenere), c’è un cereale caldo e pieno, ma c’è anche un qualcosa di fruttato (pera, diremmo) e un bello zenzero candito. Spiegato così non vi attira? Beh, invece fidatevi, è splendido.

P: paragonandolo al nuovo ottenne, questo ci appare più torbato, più fumoso, più agrumato, meno dolce e meno marino. Si muove tutto su bombette di sapore, una diversa dall’altra: domina ancora un’austera nudità, con note molto evidenti di cenere, di fumo di torba, di legno bruciato (ne assaggiate spesso, di legno incandescente, no?). Fa capolino anche un lato medicinale, a dimostrare l’intensità della torba. C’è una forte dimensione di agrume dolce (limonata zuccherata?, ma anche frutta tropicale tipo la carambola, per i pochi sventurati che la conoscono), e anche di fieno caldo, di malto dolce.

F: lungo e persistente, inizia sulla dolcezza (ancora maltosa, erbacea) e poi perdura un senso di acqua di mare, di erba bruciata, di cenere che vi perseguiterà fino all’indomani, almeno.

Partiamo proseguendo il paragone con il nuovo 8 anni: rispetto a quello, è un po’ più complesso, è meno marino ma è anche meno ‘sexy’ (e già quello era ammiccante come una giovane educanda). Anche a questo dobbiamo riconoscere il merito di puntare sulla qualità del distillato – francamente indiscutibile – e sulla sua dolcezza naturale, priva di sverniciate di vaniglia. 91/100, avanti un altro.

Sottofondo musicale consigliato: Iron Maiden – Twilight zone / Wrathchild.

Annunci

One thought on “Lagavulin 12 yo (2015, OB, 56,8%)

  1. Pingback: Lagavulin | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...