Bruichladdich ‘Bere Barley’ 2006 Kynagarry Farm (2014, OB, 50%)

Bruichladdich da anni sperimenta nel solco della tradizione (possibile? Sì) e non solo: in questo caso, ha puntato sul concetto forte di terroir, selezionando delle fattorie di Islay per coltivare varietà di orzo ‘desuete’ (il celebre Bere Barley) e produrre del whisky davvero locale, a chilometro zero – a differenza di quasi tutte le altre distillerie dell’isola, a parte Kilchoman. Questa è un’edizione limitata per il travel retail, di otto anni circa (2006/2014), con orzo coltivato nella Kynagarry Farm. Avevamo già assaggiato una versione del Bere Barley, vediamo com’è questa…

schermata-2017-02-08-alle-22-33-00N: eccezionale la mancanza di alcol a questa gradazione, e tuttavia ha una pungenza minerale e ‘da distillato’ incredibile: insomma, la nudità del distillato giovane non porta con sé squilibri alcolici. Consegna ciò che promette in etichetta: l’orzo maltato è leone nel bicchiere, accompagnato da un senso di agrumato spiccatissimo, tra le scorze miste e un limone forse predominante; canditi, tanti, e anche tanto zenzero. Dopo un po’ emerge anche una timida e piacevolissima frutta gialla (mela?). Completa il quadro una favolosa austerità marina e minerale, veramente isolana. Dopo un po’, tende ad aprirsi e ‘addolcirsi’, con note di pastafrolla.

P: parte forte, cavalcando una bella gradazione. Sulle prime prosegue l’austerità, con note minerali, marine (pare di sentire il sale dell’acqua di mare); ancora il distillato in primo piano, con canditi, note di lieviti, di mollica di pane. Poi, mentre avvolge la bocca, scoppia una bomba, per certi versi inaspettata, di mela e pera molto intensa e zuccherina; forse anche qualcosa di tropicale. Semplice e bifase, ma ben congegnato.

F: la bocca si ripulisce e torna come nuova, sciacquata da una mineralità che sembra di stare in stireria (amido), dall’orzo e forse perfino da un lievissimo filo di fumo di torba.

Il naso resta molto naked, mentre il palato complessivamente si fa più dolce e fruttato, forse più equilibrato, in assoluto. Di certo, resta impagabile la bontà dell’ode al malto: 84/100. Grazie a GPP per il sample, e grazie per tutto: ci dispiace non riuscirei ad essere con voi a Ospitaletto questo weekend, ma col cuore siamo lì!

Sottofondo musicale consigliato: Enrico Ruggeri – Non c’è Penelope.

Annunci

One thought on “Bruichladdich ‘Bere Barley’ 2006 Kynagarry Farm (2014, OB, 50%)

  1. Pingback: Bruichladdich | whiskyfacile

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...