Monkey Shoulder (2010 circa, OB, 40%)

Eccoci alle prese con il blend di casa Grant’s, ovviamente prodotto a partire dalle distillerie di proprietà del gruppo dello Speyside: Glenfiddich, Balvenie e Kininvie finiscono qui dentro, oltre a una discreta quota di grain whisky. Il rinvenimento di questo campione, una mignon originale da 5 cl, è per noi motivo di ricordi molto cari; ci fu infatti donato al termine del nostro soggiorno a Dufftown dalla vecchina- fiera e combattiva ottuagenaria di casata Macdonald- che ci forniva a buon prezzo letto e una robustissima scottish breakfast proprio nell’amena capitale del whisky. Siccome in quei giorni il succo di malto non mancava, conservammo gelosamente il regalo in attesa di tempi duri, che per fortuna non sono mai arrivati. E così a distanza di qualche annetto tramutiamo i ricordi di quel viaggio in una recensione.

N: un blended che sa di blended. Naso molto facilone e annusabile, senza intrusioni dell’alcol, tutto giocato su una rotondità piacevole: nocciola, banana, porridge, cereali, scorzetta d’arancia, miele. E vaniglia, forse crema pasticciera, certo uvetta…

P: un po’ debole al palato, non sappiamo se il campione ha perso qualcosa per via della lunga permanenza in casa della vecchina di Dufftown o se è solo la gradazione bassa a tradire. C’è una dolcezza davvero molto astratta (e non sempre convincentissima), simile alle caramelle alla violetta; e poi miele, toffee e cereali a piacimento. Ancora un tocco di frutta secca (nocciola).

F: lunghino, tutto tra la frutta secca e un senso erbaceo cerealoso.

Questa spalla di scimmia, nome che deriva dalle robuste spalle degli ormai quasi estinti spalatori di malto del malting floor, è un blend complessivamente dignitoso, forse un po’ costoso (siamo sui 30€) rispetto alla complessità, alla consistenza al palato e ai piaceri che offre. Peccato, diciamo, perché le premesse c’erano tutte, potendo contare su una ricetta che contiene un whisky eccellente come quello prodotto a Balvenie. Noi ci fermiamo a 78/100.

Sottofondo musicale consigliato: Alberto Radius – Giù

un capolavoro del grande Radius con questo incipit:

Al momento giusto
so che la risposta
quasi sempre il whisky me la dà
e c’ho preso gusto
mi ubriaco presto
mando in culo il resto, la realtà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...