Dream Whisky – L’olfatto, 24.1.2019

Giovedì scorso siamo stati invitati alla seconda degustazione milanese di Dream Whisky, start-up che da qualche settimana ha invaso il web con segnali di presenza whiskofila, e che vanta tra i fondatori alcuni nostri amici: Marco Maltagliati, già mastermind delle degustazioni de L’alchimia del whisky al 1930, e Federico Mazzieri, suo sodale appassionato di cibo e marketing. La curiosità era molta, anche perché volutamente i contorni che per adesso racchiudono la potenzialità e le ambizioni di Dream sono per adesso vaghi… Anche se vi invitiamo a dare un’occhiata al loro sito, molto chiaro sull’approccio che intendono adottare. Qualcosa di più cercheremo di scoprirlo nelle prossime settimane, quando ospiteremo un’intervista ai due frontmen della start-up, ma si parla di viaggi in Scozia (e per esperienza sappiamo che ci si diverte, col Malta), di degustazioni, di consulenze per locali e ristoranti… Insomma, c’è tanta ciccia da mordere.

Vogliamo dare intanto un breve resoconto della serata del 24, intitolata all'”Olfatto” e prima di un ciclo di tre degustazioni. Nella cornice informale del Loft 76 (non un locale dunque, ma un appartamento), gli ospiti della degustazione si trovano davanti quattro ampolle con alcuni aromi e due sample pieni, ciascuno con due dram all’interno – sia chiaro, senza che sia dichiarato il whisky, dunque ‘alla cieca‘. Le ampolle servono per annusare e per cercare di riconoscere poi quegli aromi all’interno dei whisky, guidati dall’approccio dell’inarrestabile Maltagliati, anche qui vero mattatore della serata.

ed è subito amore

Non si pensi a una degustazione alla cieca ‘tecnica’, anzi: il whisky qui viene presentato “non come un prodotto, ma come un’emozione“, e dunque l’intento di Marco e Federico è di suggestionare i partecipanti, regalandogli informazioni, certo, ma soprattutto contestualizzando e raccontando il whisky attraverso aneddoti scozzesi, coinvolgenti esperienze e un sacco di risate. L’approccio al whisky è volutamente naif, senza i preconcetti del sapere già in partenza cosa si beve: con l’intento esplicito di ‘agganciare’ dei neofiti, o semplicemente dei curiosi del buon bere, e farli avvicinare al whisky senza troppi fronzoli, senza tutto quell’apparato tecnico che talvolta può tendere a respingere. Ogni whisky, che si assaggia ma che si può anche riportare a casa vista la comodità dell’ampio sample, è sempre presentato in abbinamento a un finger food di ottima qualità – purtroppo siamo nel regno del “no spoiler”, e dunque non possiamo svelare quali whisky ci fossero…

Quel che possiamo dire, però, è che senz’altro questa degustazione è rivolta appunto ad un pubblico di neofiti e di curiosi, che abbiano il desiderio non tanto di fare un vero ‘corso’ sul whisky quanto piuttosto di scoprire qualcosa di un mondo nuovo, senza bere troppo, divertendosi e senza troppe menate. Dalla nostra prospettiva, l’intento pare riuscito, e siamo molto curiosi di vedere come evolveranno le prossime degustazioni (dedicate al “Gusto” e all'”Alcol”) e soprattutto quali altre idee abbiano in serbo Marco e Federico. Vogliamo chiudere con una piccola critica, che si vuole costruttiva: se l’approccio dev’essere quello emozionale ed esperienziale, crediamo che forse qualcosa è mancato nella connessione tra il racconto e il whisky nel bicchiere, che è rimasto un po’ sacrificato nella fitta coltre di emozioni condivise dal Malta. È vero che il bicchiere, in questa degustazione, resta un amico da frequentare e non un libro di testo da studiare, ma probabilmente qualche piccolo legame in più, qui e là, potrebbe aiutare i neofiti a orientarsi e legarsi maggiormente alla profondità del whisky – che in fondo è la cosa che ci ha fatto innamorare tutti di questo splendido prod… ehm, di questa splendida emozione. Ci vediamo per il Gusto ragazzi, e in bocca al lupo!

Published by

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...