Aultmore 9 yo (2010/2020, Valinch & Mallet, 51,4%)

La scorsa settimana abbiamo avuto il piacere di conversare virtualmente con Fabio Ermoli e Davide Romano: ne è uscita une bellissima chiacchierata (ancora disponibile sulla nostra pagina facebook, se vi pungesse vaghezza), in cui i due ci hanno raccontato un po’ i piani per il futuro e qualche dietro-le-quinte del mestiere dell’imbottigliatore. La chiacchierata è stata oliata da quattro nuove release di V&M, che in questi giorni recensiremo: oggi si parte da questo giovane Aultmore in bourbon, invecchiato per 9 anni.

Aultmore_b_9_Valinch_&_Mallet_Single_Malt_Scotch_WhiskyN: molto aperto, molto piacevole, molto Speysider. C’è tutto quello che di buono uno cerca in un giovane ex-bourbon, tutto virato sulla freschezza: frutta gialla / bianca (pesca bianca, ), sorbetto al limone, zucchero a velo e un qualcosa di burroso – burro fresco, shortbread, perfino pandoro. C’è una componente erbacea, diciamo di margarina e fiori freschi, gardenia. Davvero piacevole.

P: sempre pulito e pieno, al limite dell’austero; frutta fresca, mela, mandarino, yogurt all’ananas. Molto fresco e beverino, non troppo dolce, molto equilibrato e delicato. Agrumato ed erbaceo; poi note di zucchero bianco, ancora. Ha proprio un’acidità positiva, che ti pulisce la bocca e fa salivare. Molto buono.

F: pulito, molto erbaceo e cerealoso, ancora pesca bianca e ananas. Nocciolo di pesca.

Davvero molto piacevole: affilato, fruttato, per niente ruffiano. Un esempio perfetto di “whisky che sa di whisky”, con tutta la freschezza di un giovane Speysider in bourbon, in cui la botte si è comportata bene e non ha completamente smarmellato di vaniglia il whisky. 87/100. Tra l’altro, cercando il prezzo online abbiamo visto che su Whiskyitaly costa 50€: un regalo che sarebbe un peccato non accettare.

Sottofondo musicale consigliato: R.E.M. – Shiny Happy People.

Annunci

Published by

Rispondi